Museo delle Acque Italo-Svizzere, diga del Panperduto a Somma Lombardo (VA)

Realizzato da ETVilloresi nell’ambito del progetto IDROTOUR, interamente finanziato con il programma comunitario INTERREG IV Italia-Svizzera, il Museo delle Acque nasce con l’obiettivo di illustrare l’origine, la storia e la complessità strutturale e funzionale del bacino idraulico italo-svizzero del Ticino, ponendosi altresì come punto di riferimento per la creazione di itinerari turistico-navigabili.

Il museo è stato successivamente affiancato dall’allestimento di un percorso fotografico storico lungo l’opera di presa, divenendo meta di numerose visite guidate organizzate per scolaresche nonché utilizzato per lo svolgimento di laboratori didattico-formativi.

Integra il Museo e le sue attività, il vicino Giardino dei Giochi d’acqua, uno spazio dedicato ai più piccoli per far comprendere loro la forza dell’acqua. Una vasca di accumulo rende possibile il funzionamento dei giochi/installazioni che consentono di regolare la velocità e la portata del flusso idrico in scorrimento; mulini, canaline, paratoie e pompe rappresentano utili strumenti per spiegare ai bambini, ma non solo, la dinamica e la cinetica delle acque.

Le connessioni fruitivo-turistiche del percorso di Panperduto, compresi quindi i Giochi d’Acqua e tutta la segnaletica informativa (pannelli e cippi), sono state finanziate attraverso i fondi comunitari POR FESR.

Il Consorzio ha affidato la gestione del Museo alla cooperativa Ester Produzioni.

 

Informazioni


http://www.panperduto.it/museo/

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie dove sono specificate le modalità per configurare o disattivare i cookie.
APPROFONDISCI ACCETTO