Immagine non disponibile

Una rete per informare, educare, crescere

Slider

Il progetto nasce dalla volontà di valorizzare alcuni poli culturali gestiti dal Consorzio ETVilloresi e dall’Ente Parco Lombardo della valle del Ticino, attraverso la creazione di una rete che consenta di ottimizzare le risorse e diventi elemento identitario immediatamente riconoscibile dal pubblico.

Sul Filo dell’Acqua in Lombardia, dunque, si propone di amplificare il valore dei sei punti di interesse ricompresi, con l’elaborazione di una proposta di intrattenimento culturale ispirata dal filo azzurro (tematico oltre che geografico-territoriale) dell’acqua, che connette Ticino, Canale Villoresi e il Sistema dei Navigli.

Il progetto intende creare una rete tra i sei poli culturali individuati, puntando alla valorizzazione delle singole specificità e ideando un'immagine condivisa: natura, saperi tecnici e storia sono le parole chiave che si possono abbinare a ciascuno di questi luoghi dove è possibile trascorrere tempo libero di qualità, accostandosi ad un vero e proprio patrimonio culturale di tipo materiale e immateriale.

Ciascuno dei sei centri esprime già autonomamente programmi e proposte di tutela, conservazione, informazione, divulgazione e didattica. Allo stesso modo i pubblici di riferimento per le varie strutture sono differenti.

Si tratta di avvicinarli idealmente lungo una vera e propria rete che intende migliorare le possibilità di promozione, informazione e comunicazione di una positiva cultura dell’acqua, fidelizzando e incrementando il pubblico dei visitatori.

La creazione di un’identità di rete è un processo che accompagnerà l’intera durata del progetto e sarà attuato mediante la programmazione e realizzazione di incontri periodici tra i vari soggetti portatori di interesse nei confronti della rete medesima.

Si progetteranno e si programmeranno proposte culturali locali e trasversali, con attenzione anche alla loro sostenibilità sul lungo periodo: una rassegna teatrale, visite guidate, open day e educational tour saranno alcuni degli eventi organizzati in sinergia, oltre alla ricca offerta locale dei diversi poli.

 

 

newsletter
>> Archivio delle newsletter << 

 

 

Gli Enti e le Associazioni che partecipano al progetto

 
Consorzio di Bonifica ETVilloresi
Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi
Capofila del progetto con sede a Milano, ente pubblico economico a carattere associativo che amministra un comprensorio esteso su sette province (Milano, Lodi, Monza e Brianza, Pavia, Varese, Como e Lecco), 436 comuni e quasi 5.700.00 abitanti e i cui confini naturali sono il Ticino, l’Adda, il Lambro e il Po. ETVilloresi si occupa della bonifica idraulica e dell’irrigazione di quest’area gestendo a questo fine le acque superficiali e di falda e si occupa altresì di valorizzare le acque e la rete a fini energetici, paesaggistici, turistici e ambientali.
Ente Parco Ticino
Ente Parco Lombardo Valle del Ticino
Partner, ente pubblico di gestione del più antico parco regionale d’Italia, istituito nel 1974. Il Parco lombardo della Valle del Ticino copre un’area di circa 91.800 ettari, di cui circa 20.500 tutelati a Parco Naturale. L’area è compresa tra il Lago Maggiore e il Po, nelle province di Varese, Milano e Pavia. La presenza di un ricco e variegato insieme di ecosistemi, in molti casi ben conservati, fa sì che nel Parco sia presente un patrimonio di biodiversità che non ha eguali in Pianura Padana. Dell’Ente Parco fanno parte ben 47 comuni.
 
Comune di Somma Lombardo
Comune di Somma Lombardo (VA)
Partner in provincia di Varese, sede del Museo delle Acque Italo-svizzero presso il complesso del Panperduto.
Comune di Chignolo Po
Comune di Chignolo Po
Partner in provincia di Pavia, sede del Museo della Bonifica.
Comune di Castano Primo
Partner, in provincia di Milano, sede dell’Emeroteca delle Acque del Consorzio ETVilloresi presso il Museo Civico cittadino.
 
Calypso
Associazione Calypso
Partner con sede a Pavia, si occupa di formazione e promozione teatrale. Uno degli ambiti privilegiati dell’attività di Calypso è il teatro di comunità. Filo rosso dei progetti di teatro di comunità di Calypso è l’idea di partire dalla “terra”, ovvero condurre ricerche sul campo, lavorando direttamente con i protagonisti e i testimoni, per ideare eventi che nascano dalla comunità per ritornare poi alla comunità medesima, portatori di valori e contenuti condivisi.
Quelli del '63
Associazione Quelli del '63
Partner che nasce nel 2011 dalla volontà di un gruppo di amici per coltivare la passione nella realizzazione di eventi a carattere socio-culturale. Spirito d’iniziativa e creatività sono le pariole d’ordine che guidano le attività dell’associazione L’associazione è specializzata in installazioni site -pecific e nell’allestimento di rievocazoni storiche di grande impatto e coinvolgimento per il pubblico.
 
  • Default
  • Title
  • Date
  • Random
  • Realizzato da ETVilloresi nell’ambito del progetto IDROTOUR, interamente finanziato con il programma comunitario INTERREG IV Italia-Svizzera, il Museo delle Acque nasce con l’obiettivo di illustrare l’origine, la storia e la complessità strutturale e funzionale del bacino idraulico italo-svizzero del Ticino, ponendosi altresì come punto di riferimento per la creazione di itinerari turistico-navigabili.

    LEGGI TUTTO
  • Centro accoglienza per i visitatori del Parco del Ticino, posto sul ciglio del terrazzo fluviale, in una suggestiva posizione che domina la valle del Ticino. Il Centro è un vero crocevia di percorsi ciclopedonali, è un luogo di incontro e aggregazione, un laboratorio attivo di cultura che offre numerose proposte di intrattenimento, immerso in uno splendido contesto naturalistico.

    LEGGI TUTTO
  • E’ un museo dedicato al Canale Villoresi, alla sua costruzione e allo sviluppo del Consorzio ETVilloresi, con un’area interamente dedicata all’archivio storico dell’Ente, accuratamente ordinato e inventariato. Il Museo Emeroteca sorge negli spazi messi a disposizione dal Comune di Castano Primo, al primo piano dello stabile che già ospita il Museo civico cittadino, in via Corio.

     

    LEGGI TUTTO
  • Il primo Centro Parco, inaugurato nel 1990, è forse il luogo che maggiormente identifica il Parco del Ticino, all’interno della Riserva Naturale Orientata “La Fagiana”. La tenuta si estende oggi su quasi 500 ettari di aree forestali, prati, lanche e zone umide, interamente compresa nell’area vicina al fiume creata dalle alluvioni del Ticino.

     

    LEGGI TUTTO
  • Dal 2012, per volontà di ETVilloresi e del Comune, il Museo della Bonifica di Chignolo Po è ospitato nella vecchia Chiavica sul colatore Reale, edificio del 1842 di grande interesse storico-culturale. Il Museo offre una possibilità unica per capire nel concreto cosa significa “bonifica”, coniugando presente, passato e futuro ed è la prova tangibile dei benefici che la bonifica ha portato ai territori del Basso Pavese.

    LEGGI TUTTO
  • Finalità principale del centro è quella di trovare una risposta al problema della salvaguardia della fauna ittica nei periodi di asciutta per quanto riguarda il Sistema dei Navigli, sostituendo con metodi innovativi e maggiormente efficaci gli interventi di recupero dei pesci fino ad oggi praticati.

    LEGGI TUTTO

GLI EVENTI

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie dove sono specificate le modalità per configurare o disattivare i cookie.
APPROFONDISCI ACCETTO